Iago Falque, ala del Torino, non ha dubbi sul derby che affronterà sabato contro la Juventus: prerogativa è dare il massimo per ricavare più punti possibili.

Il calciatore spagnolo però non è nuovo a Torino:  è in maglia granata da tre stagioni ma per chi non lo ricordasse ha indossato nelle giovanili anche la maglia bianconera.
Precisamente nel 2008 fu acquistato a parametro zero dal Barcellona all’etĂ  di 18 anni.

“La Juve venne a vedermi ad un torneo con l’Under 19 spagnola dove mi avevano votato miglior giocatore. Mi presero a costo zero. Andai a vivere a Vinovo con mio nonno senza conoscere la lingua, è stato molto complicato ma fu un’esperienza bellissima, sono cresciuto con dei campioni come Del Piero”.

Nell’estate del 2009, durante la partita per il Trofeo Berlusconi tra Juventus e Milan, fu chiamato ad entrare ma il suo staff si rese conto di non avere la sua maglia a disposizione. Così si inventarono una genialata: tra i calciatori bianconeri c’era Tiago e quindi decisero di camuffare la sua maglia con del nastro bianco a coprire la T iniziale e il numero 30 sulla maglia che fu modificato al momento con il numero 38.

Praticamente un capolavoro di furbizia che diede i suoi frutti.

 

Foto: Il Messaggero

Meglio non ricordare ai tifosi granata del derby giocato a gennaio del 2009, dove proprio Iago Falque segnò contro di loro con la maglia della Juventus.

Prima però di approdare al Torino, che lo ha rilanciato, Iago Falque ha giocato per alcuni anni in Inghilterra e Spagna ma poi  è esploso realmente al Genoa, dove ha collezionato  13 gol in 33 presenze.

Foto: Toronews

Dopo quella buonissima stagione, Falque fu visionato e acquistato dalla Roma, con cui giocò 27 presenze ma con soli 3 gol ,di cui uno nel suo debutto in Champions League contro il Bayer Leverkusen.

Foto: Forzalupi

Ormai però è un cuore granata, adora la cittĂ , la sua squadra ricca di grande storia e i suoi tifosi. Il derby che si appresta a giocare è sicuramente sentito per il calciatore visto l’attaccamento alla maglia granata:

“La città è bellissima e mi trovo benissimo: dal primo giorno in cui sono arrivato i tifosi mi hanno accolto in maniera speciale, non ho mai sentito la stima che sento qua. Loro apprezzano molto quei giocatori che corrono e danno tutto sul campo come me: nel bene o nel male in campo lascio tutto quello che ho”.

I tifosi possono star tranquilli perchè un mese fa il calciatore ha firmato il suo rinnovo di contratto che lo legherĂ  al Torino fino al 2022; un ulteriore prova d’amore nei confronti di questi colori.

Raffaella De Macina
Foto copertina: ItaSportPress