Sarà un’estate rovente sulle panchine delle squadre di Serie A. Dalla Juventus al Milan, dal Napoli al Bologna, passando per la Fiorentina, sono tante le società che per la prossima stagione stanno pensando a un cambiamento alla guida tecnica. Con l’addio di Thiago Motta che ha deciso di non rinnovare il contratto con il Bologna si è aperto ufficialmente il valzer delle panchine: chi saranno i protagonisti del calciomercato degli allenatori?

Andiamo con ordine. Lo scorso 23 maggio il club di Saputo attraverso un comunicato stampa ha reso noto l’addio di Thiago Motta che ha deciso di non proseguire la sua avventura rossoblù per abbracciare il progetto Juventus.

L’ufficialità non è ancora arrivata, ma si stanno limando gli ultimi dettagli che legheranno l’allenatore italo-brasiliano ai bianconeri fino al 2027 per 5 milioni di euro stagione. Proprio in questi giorni, infatti, i documenti ufficiali sono stati inviati agli avvocati e all’entourage dell’allenatore che dovranno visionarli e confermarli prima di arrivare alla firma.

Dettagli e cifre che sta rivedendo anche Antonio Conte, ormai a un passo ad allenare il Napoli. Secondo fonti vicine all’ambiente partenopeo, l’accordo tra le parti è stato già trovato tanto che lo stesso Aurelio De Laurentiis, nel pre partita di Napoli-Lecce, pare aver confidato a persone a lui vicine di aver già preso l’allenatore. 

L’intesa sull’ingaggio è stata trovata a una cifra pari a 6,5 milioni di euro piĂą bonus, che potrebbe arrivare a toccare quota 10 milioni di euro, per tre anni fino al 2027. Il Ds Manna sta seguendo personalmente la trattativa e trovando l’intesa con il tecnico sui diritti di immagine, da sempre punto critico nei contratti del Napoli. Altro punto su cui si sta lavorando è lo staff: l’ex Ct vuole portare con sĂ© Cristian Stellini, Gianluca Conte e i preparatori Coratti e Bruno e soprattutto Lele Oriali, suo fido collaboratore.

Movimenti importanti anche sulla panchina del Milan che nell’ultima giornata di campionato contro la Salernitana ha salutato definitivamente Stefano Pioli.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da GolDiTaccoASpillo (@golditaccoaspillo)

Al suo posto, salvo sorprese, arriverà il portoghese Paulo Fonseca il cui approdo a Milano è atteso per l’inizio di giugno, subito dopo l’amichevole australiana del Milan in programma contro la Roma.

Il portoghese pare aver già salutato il Lille e, nonostante l’offerta del Marsiglia sia più alta dei 3 milioni di euro a stagione propostagli dal Milan, pare essere entusiasta del progetto rossonero e intenzionato a tornare ad allenare in Italia.

Attenzione anche all’asse appenninico che lega Bologna e Firenze. Il Bologna cerca il sostituto di Thiago Motta e sembra averlo individuato in Vincenzo Italiano, candidato ideale grazie soprattuto alla sua abilità di valorizzare giovani giocatori, nonché alla sua bravura nell’aver portato la Fiorentina a giocarsi due finali europee consecutive.

Dopo la finale di Conference League di Atene, le strade tra Italiano e la Fiorentina molto probabilmente si divideranno: le trattative con la viola e il suo agente sono già state avviate, ma tutto sembra essere rimandato a dopo l’esito della partita  contro l’Olympiakos.

Curiosi e vigili su quello che succederà tra Bologna e Firenze saranno Pioli e Palladino, con il primo pronto a soffiare la panchina rossoblù a Italiano e con l’allenatore campano stimolato ad approdare in una piazza importante come quella di Firenze, dopo aver fatto bene per due stagioni al Monza.

Martina Giuliano