Nella conferenza stampa pre match in vista della Champions di questa sera contro il Porto, è stato chiesto a Daniele De Rossi di parlare del gelo che attualmente aleggia tra Kolarov e la tifoseria giallorossa.

 “Io voglio bene ai tifosi della Roma e considero Alex un fratello. Dico ai tifosi di fidarsi di me, e lui è un professionista e attaccato a quello che sta facendo. Preferisco quelli così a quelli che baciano la maglia, fanno dichiarazioni al miele e poi al primo dolorino si fermano o quando gli chiedono di giocare in un altro ruolo non sono contenti. Alex è un professionista, il tifoso va rispettato e capito quando mostra insofferenza ma se si dovesse ricomporre questa frattura sarei più felice di tutti”.

Parole di grande affetto e stima da parte del capitano per il suo compagno di squadra, considerato un “fratello” per lui.
De Rossi conosce perfettamente le difficoltà di giocare in una piazza come quella di Roma dove spesso si è sotto accusa ed è facile passare da beniamino a capro espiatorio.

Abbraccio Kolarov De Rossi
Foto: Gianluca di Marzio

Per De Rossi sarà la sua sessantesima presenza in Champions League contornata da 7 reti. Riguardo la possibilità di un suo ritiro a fine stagione, rassicura così i tifosi:

L’operazione non l’avrei accettata alla mia età. Per adesso va bene e se sto così continuo a giocare. Con la gestione dell’allenatore e con il giusto minutaggio, potrei continuare. Io importante per la squadra? I miei compagni non si rendono conto di quanto lo siano loro per me. Negli ultimi anni mi hanno fatto sentire importante come mai mi ero sentito prima in carriera, per questo devo solo ringraziarli. Mi hanno fatto sentire desiderato. Ma ora abbiamo una partita da vincere e non dobbiamo fare test sulla mia condizione fisica. È importante la squadra, è importante battere il Porto. C’è la consapevolezza di potercela fare”.

La sua presenza è ancora fondamentale per la piazza romanista. Dopo alcune stagioni non esaltanti, è ritornato ad essere determinante in mezzo al campo e a fare la differenza.
E’ l’ultima bandiera in Italia ad aver giocato sempre con la stessa maglia, arrivato già alla sua diciottesima stagione con i colori giallorossi.
Considerato per anni “Capitan Futuro”, più volte accostato a vari club esteri, fino agli ultimi rumors provenienti dagli Stati Uniti. Ora De Rossi è finalmente “Capitano” e il suo sogno rimarrà sempre quello: restare a Roma fino alla fine! 

Daniele De Rossi
Foto: Egypt Today

Raffaella De Macina
Foto copertina: Forzaroma.info