La nostra rubrica “Il calcio che fa bene” si occupa di portare alla luce eventi di beneficenza per portare aiuto a chi si trova in difficoltà, per motivi di salute o perché vittima di tragedie.

Oggi parliamo del ponte Morandi di Genova e della fitta catena di solidarietà per aiutare le famiglie delle vittime del crollo e gli sfollati che hanno perso tutto, ma anche le piccole e medie realtà commerciali danneggiate dalla tragedia del 14 agosto.

È stato creato un logo che viene utilizzato per ricordare la tragedia:

 Foto di: www.calcionews24.com

Per ricordare e commemorare chi non c’è più sono state rimandate le partite di campionato di Genoa e Sampdoria, recuperate successivamente.

I blucerchiati hanno voluto dare ancora una volta il loro contributo organizzando una cena di beneficenza in collaborazione con Eataly, che si è tenuta ieri sera, 8 novembre, e ha visto gli uomini di Massimo Ferrero cimentarsi tra fornelli come cuochi, pizzaioli e camerieri.

 

Il ricavato sarà devoluto alla città a sostegno di un progetto scelto e portato avanti dal Comune di Genova grazie alla collaborazione con l’Assessorato al Turismo, Commercio e Artigianato presieduto da Paola Bordilli, ma non è tutto: Eataly aggiungerà al ricavato una somma uguale al suo doppio.

 

Barbara Roviello Ghiringhelli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.