A distanza di un mese circa dai funerali di Emiliano Sala, la vicenda sembra essere caduta nel dimenticatoio. Ma come può una madre dimenticare?

Mercedes Taffarel esce dal suo doloroso silenzio e chiede giustizia per il suo ragazzo, scomparso tragicamente mentre era in volo sul Canale della Manica per raggiungere la sua nuova squadra, il Cardiff City. Un incidente le cui dinamiche nascondono ombre che a oggi non sono chiare:

“Provo dolore, ma anche tanta rabbia”.

Emiliano e madre
Calcio Fan Page

La donna aveva parlato con il figlio poco prima che salisse in aereo: dopo, la scomparsa e le ore, i giorni pieni di angoscia e di domande alle quali nessuno ha saputo dare risposta.

“Ci aspettiamo di capire perché e come Emiliano sia morto, se è colpa di una negligenza dell’aeroporto, del pilota, dell’intermediario”.

E un altro quesito: perché il Cardiff non adempie il suo dovere pagando il Nantes, dal momento che c’è un contratto, con tanto di firma?

“Non si sono presi abbastanza cura di lui, come si doveva per un giocatore che era costato 17 milioni”.

La madre di Emiliano non è la sola a sollevare questioni in questi ultimi giorni. Si unisce a lei un giornalista anglo-argentino, Christian Martin, che ha seguito tutte le vicende dalle prime ore successive alla scomparsa del Piper  Malibu rivelando un’inquietante indiscrezione.

Quando morirà qualcuno famoso, tutto questo uscirà fuori”.

Il giornalista attribuisce questa frase – secondo quanto riportato da 20minutos.es – a alcuni esponenti della Air Charter Association,l’associazione che si occupa di voli charter nel Regno Unito. Una frase che potrebbe lasciar intendere la consapevolezza che nei voli ci fossero delle irregolarità e delle violazioni della sicurezza dei passeggeri.