Due partite, due vittorie, sei punti e sei gol realizzati. La nuova stagione dell’Inter è sicuramente iniziata alla grande e si spera possa continuare sulla stessa scia. L’anno scorso i nerazzurri avevano concluso il campionato conquistando il quarto posto, e la qualificazione in Champions League, all’ultimo soffio. Quest’anno tecnico e squadra puntano decisamente più in alto.

sorteggio-champions-league

In Europa il sorteggio del girone non ha di certo aiutato. Il club milanese è infatti nel Gruppo F con Barcellona, Borussia Dortmund e Slavia Praga. L’Inter, durante l’estate, ha però mosso le sue pedine per perfezionare la squadra e cercare di essere il più competitiva possibile.

I nerazzurri hanno sborsato un totale di circa 155 milioni di euro, ma siamo sicuri che siano tutti soldi ben spesi?

IL TOP DEL MERCATO

654901192-612Ă—612
STOKE ON TRENT, ENGLAND – MARCH 18: Antonio Conte of Chelsea celebrates victory during the Premier League match between Stoke City and Chelsea at Bet365 Stadium on March 18, 2017 in Stoke on Trent, England. (Photo by Laurence Griffiths/Getty Images)

Come non iniziare da lui, Antonio Conte. Il 31 maggio scorso, dopo un passato di sole tinte bianconere, diventa ufficialmente il tecnico dei nerazzurri. Un colpo impensabile divenuto realtà. Il leccese ha da subito le idee ben chiare e a fine calciomercato si può affermare che le sue richieste siano state pienamente rispettate. 

Via Icardi, Nainggolan e Perisic, che non rientravano nei nuovi piani tecnici del club. Come loro via anche Joao Mario e Dalbert. 

Lukaku Inter

In entrata la mossa chiave della calda estate nerazzurra è stata sicuramente la riuscita dell’affare Lukaku, soffiato alla Juventus. Il belga è l’acquisto più costoso della storia dell’Inter, 65 milioni di euro più circa altri 13 di bonus, che superano di netto la cifra  di 46 milioni spesa dall’Inter per l’acquisto di Vieri dalla Lazio, nel 1999. Romelu è abile nel gioco aereo, dotato di buona tecnica e parecchio fisico. Un centravanti che nell’Inter di Conte si sposa alla perfezione.

Poi ci sono Sensi e Barella. Classe 1995 il primo, classe 1997 il secondo, i due giovanissimi portano un po’ di tricolore all’Inter, ma soprattutto un bel po’ di freschezza in centrocampo e l’hanno già dimostrato nelle prime partite della stagione.

Fin qui sembrerebbe quindi che la societĂ  abbia lavorato bene, ma si sa non tutte le ciambelle escono con il buco.

FLOP DEL MERCATO 

Di flop veri e propri non possiamo parlare. L’unica nota negativa in questa felice sessione estiva di mercato interista è la telenovela di Mauro Icardi, trascinata fino alle ultime ore di calciomercato. Escluso dal progetto, dichiara amore ai colori nerazzurri, ma fa causa alla società e poi, via verso Parigi.

In entrata, invece, tutti i giocatori acquistati dai nerazzurri hanno grandi potenzialità, o almeno, sulla carta. Ma mentre c’è chi ha già dimostrato, magari anche non a pieno, il proprio valore sul campo c’è chi ancora deve esternare quanto vale.

Valentino Lazaro
MILAN, ITALY – JULY 01: Valentino Lazaro poses during FC Internazionale Unveils New Signing Valentino Lazaro on July 1, 2019 in Milan, Italy. (Photo by Marco Luzzani – Inter/Inter via Getty Images)

In primis Valentino Lazaro. Il ventitreenne non è stato impiegato neanche un minuto nelle prime giornate a causa di un infortunio patito dopo pochi giorni di ritiro. Questo ha sicuramente condizionato la prestagione, ma riuscirà ora a trovare il suo spazio? C’è poi Sanchez, arrivato in prestito secco dal Manchester United, che dovrà lavorare al meglio e sgomitare per essere al fianco dell’amico Lukaku. In casa Red Devils non aveva molto spazio anzi, il suo impiego era quasi nullo, ma con la casacca nerazzurra potrebbe rivivere una nuova giovinezza. 

Tra top e flop di mercato l’obiettivo rimane sempre e comunque uno, lo scudetto. Aspettiamoci quindi dei nerazzurri agguerriti.

Alessandra Cangialosi