Dopo 20 anni, le due eterne rivali, Bari e Foggia si sono sfidate nel campionato di Serie B: in uno stadio San Nicola da brividi, i galletti hanno vinto 1-0 nei minuti di recupero

I derby sono sempre stati l’emblema del calcio, in piĂą, quello tra Bari e Foggia non si giocava in campionato da ben 20 anni (l’ultimo nel giugno 1997).
Inizialmente, vista la forte rivalità tra le due squadre, la presenza dei tifosi ospiti era in forte dubbio per ragioni di sicurezza ma un derby non sarebbe stato tale senza i sostenitori avversari e così finalmente si è deciso di dare la possibilità ai tifosi foggiani di acquistare il biglietto per potersi godere questa attesissima partita nel proprio settore.

Lo stadio San Nicola ha presentato una curva da brividi. Tutti i capi ultras dei vari gruppi del Bari si sono organizzati con molto impegno per creare una coreografia che si è poi rivelata meravigliosa, degna di un derby da Serie A con ben 33.567 spettatori presenti.

La partita è rimasta bloccata per tutti i 90 minuti fino al recupero dove, il Bari, in un forcing finale è riuscita a segnare proprio con un foggiano purosangue, Christian Galano, chiamato simpaticamente dai tifosi baresi il “Robben di Puglia”.

Il giocatore aveva precedentemente annunciato che non avrebbe esultato in caso di un suo gol essendo un foggiano doc, e così è stato. Il destino infatti ha voluto che segnasse proprio lui la rete decisiva del match che ha regalato al Bari i 3 punti ma soprattutto la vetta solitaria nella classifica della Serie B.

Quest’anno con molti nuovi innesti e la nuova guida del campione del Mondo Fabio Grosso, il Bari si sta dimostrando un’ottima squadra. Che sia l’anno fatidico?
Di certo, possiamo affermare che la piazza di Bari manca alla serie A -ormai da 6 anni-.

Raffaella De Macina