Il Mondiale è alle porte e il Qatar, tra una polemica e un’altra, è pronto ad accogliere squadre e tifosi.

Trentadue nazionali sono pronte a sfidarsi per la conquista dell’ambita Coppa del Mondo e le stelle del calcio mondiale sono pronte a scendere in campo per dare inizio allo show.

Tra i grandi protagonisti della competizione, però, non si possono dimenticare loro, i Commissari Tecnici.

Dai più giovani, che affrontano per la prima volta un Mondiale, ai più esperti, che vantano bacheche ricche di trofei.

Trentadue personalità diverse, che hanno fatto la storia della loro Nazionale, conquistando un pass per il Qatar, ma che sono già entrati nella storia del calcio mondiale.

Chi sono? Scopriamolo insieme. 

Partiamo dal Paese ospitante, il Qatar, che sarà guidato da Felix Sanchez. Il 46enne spagnolo ha iniziato la sua avventura con la nazionale qatariota dopo l’esperienza decennale con la Cantera del Barcellona. Sanchez vanta già un trofeo in bacheca, la Coppa d’Asia 2019. 

Dal Paese ospitante, al campione in carica. Didier Deschamps, in Qatar, cercherà di mantenere il titolo con la sua Francia e cercherà di vincere la terza Coppa del Mondo della storia francese. Il 54enne, che come allenatore vanta un palmares di tutto rispetto (4 Coppe di Lega francese, 1 Campionato francese, 2 Supercoppe francesi, 1 Campionato del Mondo e 1 Nations League) vuole fare il bis. Dopo un Europeo deludente e le voci insistenti di un possibile arrivo di Zinedine Zidane sulla panchina dei Bleus, Deschamps vuole solo vincere.

In Qatar non ci saranno i campioni d’Europa, gli Azzurri, ma ci saranno i campioni d’Africa e del Sud America.

Aliou Cissé, dopo aver conquistato con il suo Senegal la Coppa d’Africa, vinta ai rigori contro l’Egitto, tenterà di aggiungere un altro importante trofeo alla sua bacheca. Il 46enne, capitano della nazionale senegalese ai Mondiali 2002, cercherà di far dimenticare ai suoi connazionali l’esperienza di Russia 2018, quando la sua squadra è stata eliminata al primo turno.

Anche i vincitori della Copa America saranno in Qatar e in panchina ci sarà sempre lui, Lionel Scaloni, che guida l’Argentina dal 2018. Primo Mondiale per lui come Ct, ultimo Mondiale per il suo capitano Lionel Messi come giocatore. La sua squadra è tra le favorite.

Sotto la lente di ingrandimento anche la nazionale inglese. Sulla panchina dei vicecampioni d’Europa ci sarà ancora Gareth Southgate. Il 52enne, in carica da 6 anni, ha stupito tutti nel 2018 con i Tre Leoni, arrivando in semifinale, ma ha poi perso la finale di Euro 2020 e non vince da sei match. Riuscirà a riconquistare la fiducia dei tifosi della Nazionale di Sua Maestà? 

Tra i veterani ci sono invece Louis van Gaal, Ct dell’Olanda, e Carlos Queiroz, Ct dell’Iran.ù

Il 71enne olandese è il più titolato tra i 32 tecnici. Nel 2014, con la nazionale olandese, riuscì a conquistare il terzo posto. Il Mondiale in Qatar chiuderà la sua  terza esperienza come commissario tecnico dell’Olanda. L’allenatore, alcuni mesi fa, ha annunciato che lascerà la guida degli Orange proprio dopo i Mondiali in Qatar. Lo sostituirà Ronald Koeman.

Altro veterano, Carlos Queiroz, che è alla sua terza partecipazione ai Mondiali come Ct. Il 69enne portoghese ha guidato il Portogallo nel 2010, arrivando agli ottavi di finale, e ha partecipato ai Mondiali 2014 e 2018 con l’Iran.

Finiscono sotto i riflettori, prima ancora della competizione, John Herdman, Ct del Canada, e Rob Page, Ct del Galles.

Il primo, arrivato sulla panchina della Nazionale maggiore maschile dopo aver condotto quella femminile, ha riportato il Canada ai Mondiali dopo ben 36 anni.

Page è riuscito in un’impresa ancora più  grande. L’ex difensore, che guida il Galles dal 2020 come Ct ad interim, ha ottenuto una qualificazione storica con la sua squadra. La nazionale gallese conquista un pass per la competizione FIFA dopo ben 64 anni.

Questi sono sono alcuni dei protagonisti che, dalla panchina, faranno parte del grande spettacolo del calcio. Ognuno di loro ha un solo obiettivo: vincere. Ma chi conquisterà l’abita Coppa del Mondo?

 

Alessandra Cangialosi