Ci sono storie che si pensano interrotte o chiuse per sempre e che –  al contrario e inaspettatamente –  riprendono come se niente fosse.

Questa è la storia di Gigi Buffon, ex grande portiere, che due anni fa con le lacrime agli occhi abbandonava la sua Juventus lasciando il posto al bravissimo Woichiech Szceszny, portiere polacco che dopo la piazza di Roma si era forgiato un anno alle sue spalle.

Buffon lo scorso anno non accettò la proposta della Juventus di occupare il posto da portiere di riserva preferendo l’offerta del Paris Saint Germain: esperienza appena conclusasi, peraltro non in maniera particolarmente positiva.

Buffon PSG
Getty

La nuova Juventus – fresca di Maurizio Sarri –  decide quindi di investire su un ex di 41 anni (sempre che Perin intenda lasciar il posto…): i dettagli dell’operazione indicano un contratto per una sola stagione – probabilmente rinnovabile ancora di una – e alla fine della carriera calcistica  la garanzia di una nuova come dirigente. 

L’ex portiere della Nazionale è rimasto in ottimi rapporti con la Società e soprattutto con Andrea Agnelli: i due  paiono, a quanto pare, molto amici.

La Juventus sembra diventata un albergo: si va e si viene con la velocitĂ  di un cambio di canottiera. Molti tifosi restano basiti  nel veder una così grande disponibilitĂ  – mai vista prima – verso chi è già uscito.

L’unico che non è riuscito  a tornare è stato Alex Del Piero, il cui feeling con Andrea Agnelli non è mai decollato.

In apparenza l’operazione sembrerebbe fare acqua da tutte le parti. Per la Juve Buffon è una storia chiusa e investire su un ultra-quarantenne – seppur come secondo – sembra follia pura: quali  i vantaggi per la squadra?

Buffon ultima Juve
TURIN, ITALY – MAY 19: Gianluigi Buffon of Juventus FC greets the fans in his last match for the club during the serie A match between Juventus and Hellas Verona FC at Allianz Stadium on May 19, 2018 in Turin, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

La Juventus non era e non è sprovvista di un Leader: Maurizio Sarri potrà contare sicuramente su Giorgio Chiellini, Capitano e uomo “Spogliatoio”. Rinunciare a un giovane per far posto ad un giocatore la cui carriera si chiude in un anno non è logico.
Fatto sta che pare l’accordo ci sarĂ  e ci auguriamo che Maurizio Sarri a questo punto non perda nemmeno una partita, perchĂ© – sull’onda degli ex che sono accolti a braccia aperte  –potremmo ritrovarci con  Massimiliano Allegri, il quale è ancora libero  e pronto a un eventuale rientro. Qualora Sarri non riesca nel suo incarico di tecnico della Juventus, anche un Allegri 2.0 sarebbe tutto fuorchĂ© un’ ipotesi irreale. 

Cinzia Fresia