L’ultima “remuntada” in ordine di tempo è stata quella della Juventus.
Per molti impensabile, per tutti difficile, ma ancora una volta il calcio insegna che la palla è rotonda e che, solo dopo il triplice fischio dell’arbitro, si devono tirare le sommme. Discorso ancor più valido quando si gioca su due gare (andata e ritorno).

immagine: Il Sole 24 Ore

La Juve di Ronaldo lo ha ribadito ma prima ancora dei bianconeri, questo turno di Champions ci ha fatto vivere sfide ribaltate in 180′ e qualificazioni difficili (ma non impossibili). Il Manchester United ha ribaltato il doppio svantaggio casalingo contro i parigini (0-2 all’andata, 1-3 al ritorno), i giovani tulipani dell’Ajax si sono presentati al Bernabeu e hanno fatto fuori i Galacticos lasciando tutti increduli (1-2 in Olanda ribalatato dall’1-4 di Madrid) ma già in passato abbiamo assistito a risultati clamorosi di sfide dal doppio confronto.

Champions League 1992-93, Stoccarda-Leeds, un ribaltone su campo neutro

Il Leeds di Eric Cantona incontra i campioni di Germania dello Stoccarda. All’andata i tedeschi giocano una partita eccellente e fissano il risultato sul 3-0 che sa di sentenza per gli inglesi. Due settimane dopo le squadre si ritrovano, il Leeds ne fa quattro ma non bastano perchè finirà 4-1. Lo Stoccarda passa il turno ma il risultato, favorevole ai tedeschi, fu tramutato in un 3-0 a tavolino per il Leeds a causa dello schieramento di un giocatore squalificato da parte di essi, costringendo le squadre a uno spareggio da giocare in campo neutro. Al Camp Nou di Barcellona, il Leeds passerà ma saluterà la Champions nel turno successivo, eliminato dai Rangers.

immagine: FourFourTwo

Champions League 1995-1996, Ajax e Juve capovolgono il risultato e arrivano in finale 

Il club olandese arriva in finale dopo aver compiuto un’impresa nelle semifinali contro i greci del Panathinaikos: il club ellenico riessce ad imporsi 1-0 ad Amsterdam salvo poi crollare in casa. Finirà 3-0 per l’Ajax che volerà in finale dove incontrerà la Juventus.
Per arrivare alla finale di Roma (e vincerla) i bianconeri hanno capovolto l’1-0 del Bernabeu ai quarti di ritorno: Del Piero e Padovano firmano il ribaltone.

Champions League 1999-2000, i blaugrana ribaltano il Chelsea

Nella sfida di andata gli inglesi si impongono nel segno di Zola. La gara finisce 3-1: è Luis Figo a mantenere in vita i blaugrana nella doppia sfida ma il Chelsea si presenta da favorito a Barcellona. Al Camp Nou si gioca una gara interminabile che porta ai supplementari. Alla fine saranno i padroni di casa ad avere la meglio con un netto 5-1.

Champions League 2002/03, la semifinale che valse alla Juve la finale dell’Old Trafford

In semifinale, la Juve ribalta il 2-1 di Madrid con 3 gol straordinari, siglati da Trezeguet, Del Piero e Nedved. Zidane accorcia le distanze sul finale di una gara che registra anche un rigore parato da Buffon a Figo.

immagine: footballweb.it

Champions League 2003/04, il Depor gioca la partita della vita e fa fuori il Diavolo

Nell’andata dei quarti di finale i Rossoneri si impongono 4-1 contro il Deportivo La Coruna. Una serata magica per il Milan di Ancelotti trascinato Kakà (autore di una doppietta), Shevchenko e Pirlo. Nessuno avrebbe immaginato che, al Riazor, nella gara di ritorno, il Depor avrebbe compito l’impresa imponendosi con un 4-0.

Champions League 2012/13, quel maledetto palo di Niang

Trascinati da Messi i blaugrana ribaltano il 2-0 di San Siro imponendosi 4-0.
Parte forte il Barcellona che trova il gol dopo appena 5′ e, dopo un clamoroso palo di Niang, il solito Messi raddoppia. Nella ripresa i gol di Villa e Alba mandano i catalani ai quarti.

Champions League 2016/17, il Barcellona entra nella storia

Nell’andata degli ottavi di finale il Paris Saint-Germain di Unai Emery si impone con un roboante 4-0 sui blaugrana e gli dà una lezione di calcio.

«Se un avversario ci può fare quattro gol, noi ne possiamo fare sei.
Anche se il risultato dell’andata è molto chiaro siamo solo a metà dell’opera, nei prossimi 95 minuti possono accadere tantissime cose.» 

Così Luis Enrique si presentava in sala stampa per la conferenza stampa della vigilia della gara di ritorno. Contro ogni pronostico, il Barcellona scende in campo con la convinzione di poterla ribaltare e con la voglia di passare il turno: così entra nella storia con la sua clamorosa “remuntada” dallo 0-4 dell’andata al 6-1.

immagine: panorama.it

Champions League 2017/18, all’Olimpico è ‘Romantada’

Dzeko, De Rossi su rigore e Manolas firmano l’epica rimonta dei giallorossi ai danni del Barcellona (chi di rimonta ferisce di rimonta perisce). Nella gara d’andata al Camp Nou i giallorossi perdono 4-1. Sulla squadra di Di Francesco piovono critiche e l’umore è tutt’altro che positivo ma i gladiatori romani trovano la forza di sfoderare una prestazione epica all’Olimpico.

 

 

Caterina Autiero