Il big-match della 13^ giornata di Serie A schiera due squadre che negli ultimi anni hanno condiviso obiettivi, sgomitando una con l’altra per raggiungerli.
Lazio e Milan conservano questo equilibrio e anche in questa stagione hanno l’obiettivo comune dell’Europa League (uniche rappresentanti italiane della competizione) e in classifica si trovano a un solo punto di distanza.

Pippo Pancaro ha giocato questa importante partita con le due maglie in un passato che lo ha visto vincere con le due squadre due Scudetti (uno con la Lazio e uno col Milan), due Coppe Italia (entrambe con la Lazio) e tre Supercoppe Italiane (due con la Lazio e una con il Milan).
In questa intervista l’ex difensore conferma che l’equilibrio tra le due squadre ha radici lontanissime e non è facile fare pronostici.

immagine: lazionews24.com

Lazio-Milan giunge in un momento difficile per il Milan che dovrà far fronte a numerose assenze per infortuni e squalifiche tra le quali quella di Higuain. Anche la Lazio dovrà, molto probabilmente, rinunciare a Lucas Leiva, punto fermo del centrocampo biancoceleste. L’essenza del gioco delle due squadre sarà la stessa nonostante le numerose defezioni?

Le assenze peseranno soprattutto per il Milan perché sono più numerose, ma Gattuso saprà gestire al meglio il suo materiale umano per poter contrastare la Lazio. Lucas Leiva è un giocatore fondamentale, ma Simone Inzaghi potrà sostituirlo con giocatori altrettanto validi.

L’ultima partita delle due squadre risale al 28 febbraio scorso ed era la semifinale di Coppa Italia vinta ai rigori del Milan. Può essere per la Lazio una specie di rivincita nei confronti del Milan per le due finali mancate?

Non può essere una rivincita perché si parla della stagione passata e adesso la Lazio deve guardare al presente e al futuro. E’ sempre stata una sfida molto sentita, equilibrata e combattuta a prescindere da quello che c’è in palio.

La classifica dice che le due squadre si equivalgono. Infatti sono distanziate da un solo punto. Ma tra le due quale è la favorita?

Sono due squadre che si contenderanno fino all’ultima giornata un posto in Champions. Forse la Lazio ha qualcosa in più perché i giocatori e l’allenatore sono già un gruppo consolidato da anni. Il Milan è una squadra nuova e ricca di singoli talenti ma ha bisogno di tempo per raggiungere un livello maggiore.

Giuseppe Pancaro, AC Milan (Photo by Tony Marshall/EMPICS via Getty Images)

Quale squadra ha più bisogno di intervenire nel mercato invernale e in quale settore?

 Le due squadre sono complete, ma forse il Milan dovrà colmare le assenze per gli infortuni perché alcuni si preannunciano molto lunghi.

Per il Milan lo scambio Bonucci Higuain ha fatto bene o male?

Premesso che sono due grandi giocatori, penso che il Milan abbia fatto bene a prendere Higuain perché aveva bisogno di un attaccante di valore.

Se potesse far tornare indietro uno tra De Vrij o Felipe Anderson chi sceglierebbe?

De Vrij.

Si vocifera di un possibile ritorno di Ibrahimović in Italia e Milan e Lazio sono entrambe interessate. Gattuso o Inzaghi saranno in grado di gestire lo svedese?

Inzaghi e Gattuso sono due giovani allenatori che hanno dimostrato di essere bravi nella gestione dei loro giocatori dalla forte personalità. Ibrahimovic, poi, è un grande professionista e non creerà problemi a nessuno dei due.

Il Milan è abituato a tirare il meglio di sé nei momenti di difficoltà e la Lazio è famosa per temere i big-match contro le squadre più competitive del campionato. Gli infortuni e le squalifiche sono dei particolari di poco conto rispetto all’importanza di questa partita e i giocatori che scenderanno in campo sanno che l’obiettivo è uno: vincere!

 

Gisella Santoro

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here