Conclusi anche gli ottavi di finale del Mondiale Under-20, il cerchio si restringe, l’Italia c’è e dovrà affrontare il Mali

Si sono conclusi ieri sera con Argentina-Mali gli ottavi di finale del Mondiale Under-20. La Nazionale di Mali vincitrice sull’Argentina ai calci di rigore ai quarti affronterà proprio gli Azzurrini. Nella fase a gironi a risultare i migliori sono stati: Colombia, Italia, Polonia, Mali, Nuova Zelanda, Panama, Uruguay, Ecuador, Giappone, Nigeria, Senegal, Corea del Sud, Francia e Stati Uniti.

Di queste sedici squadre, come da copione, solo otto si sono imposte e solo otto proseguiranno il loro cammino verso la finale. Tra queste c’è anche l’Italia trascinata da uno splendido Andrea Pinamonti che con il suo cucchiaio ha battuto i padroni di casa del torneo.

Un cucchiaio per i quarti: Pinamonti trascina l'Italia e manda segnali a Conte
Sky Sport

Ultima delle sfide valide per gli ottavi è stata quella di ieri sera, appunto, tra Argentina e Mali che ha visto trionfare gli africani. Sorprendentemente soltanto tre delle squadre qualificatesi agli ottavi come prime in classifica hanno superato la suddetta fase: Senegal, Italia e Ucraina. L’Italia ad oggi è una delle favorite nonostante alcune delle squadre in gara si sono rivelate delle temibili outsider.

Mentre gli azzurrini affronteranno gli africani del Mali, le altre sfide saranno Colombia-Ucraina, Corea del Sud-Senegal, Stati Uniti-Ecuador.

Colombia-Ucraina e Italia-Mali si giocheranno venerdì, mentre le altre due sabato. L’Italia scenderà in campo alle 18.30 e a giudicare dalle squadre in gara non potrà tentare il tutto per tutto per accedere alla semifinale. Gli uomini di Nicolato infatti restano i più gettonati a raggiungere l’atto finale e il vero rivale che ne può complicare le cose potrebbe essere la Colombia.

Nonostante l’Italia in Polonia stia facendo molto bene, nessun azzurrino compare tra i primi dieci miglior marcatori

Sono soltanto 4 le reti finora segnate dai nostri, 3 nella fase a gironi (2 ai danni del Messico, 1 contro l’Ecuador) e 1 contro la Polonia agli ottavi.

Il miglior marcatore azzurro è Andrea Pinamonti che con la rete dal dischetto valsa i quarti ha segnato il secondo gol del torneo. Sua anche la rete dell’1-0 contro l’Ecuador. L’attaccante si è rivelato quindi decisivo per ben due volte.

Mentre lui si diverte e fa divertire in Polonia, in Italia sono diversi i rumors che lo riguardano e ultimo tra tanti, a tentare i nerazzurri (che detengono il suo cartellino) spunta il Porto.

A fare molto bene anche Scamacca che finora ha preso parte attiva a due reti su quattro. L’attaccante neroverde classe ’99 infatti ha servito ben due assist. Il primo assist, servito a Frattesi nella prima rete azzurra del Mondiale, segnata contro il Messico a tre minuti dal fischio d’inizio. L’attaccante del Sasusolo Primavera, ha replicato nella partita successiva contro l’Ecuador servendo l’assist vincente per l’1-0 realizzato da Pinamonti.