“ Il calcio è il motore dello sport italiano, e il rispetto che si deve avere per il calcio femminile deve essere paritario a quello maschile”.

Così, nel 2015, Francesco Totti si era esposto a difesa delle calciatrici italiane bollate dall’ex presidente della Lega Nazionale Dilettanti, Felice Belloli, con epiteti disdicevoli.

Non solo…

Il simobolo giallorosso per eccellenza ha piĂą volte dichiarato che non avrebbe nulla in contrario se Chanel o Isabel scegliessero di seguire le sue orme manifestando il desiderio di giocare a calcio.

E ancora, tante volte ha sostenuto ed è stato vicino alla Roma femminile (anche prima che fosse assorbita dal club di Pallotta).

Ma non basta farsi promotore di alcuni valori; non basta sostenere… occorre agire.
Così, il Pupone, che nel 2003 ha acquisito Axa Calcio (denominata poi nel 2010 n A.S.D. Totti Soccer School), non ha escluso dai progetti della scuola calcio il settore femminile, intravedendone il potenziale e volendo essere innanzitutto scuola di valori condivisi.

65274695_2482178528527119_2452624311123443712_o

Negli anni il settore femminile dell’Axa Calcio è cresciuto in maniera esponenziale parallelamente all’interesse generale che il movimento sta registrando nell’ultimo periodo, così pare che Totti voglia dare ulteriore spinta e importanza al tutto perchè, come egli stesso affermò:

“Facciamo tutti parte di una sola famiglia, quella del calcio:
il gioco piĂą bello del mondo …”