Prende forma la nuova Inter di Antonio Conte: con Lautaro, Sanchez ed Esposito  Рforse Рverso l’addio, la società ha bisogno di rinnovare e in arrivo ci potrebbe essere proprio il gioiellino del Brescia, classe 2000, Sandro Tonali. 

Amato in Italia e desiderato in Europa, tra le tante anche dal Manchester United, il piccolo lodigiano è un calciatore completo: garantisce continuità, organizza e riordina la squadra, è solido mentalmente e forte calcisticamente.

E poi ha qualcosa di unico e molto vantaggioso: sa cosa fare prima di farlo. E non sbaglia mai la scelta.

Si √® parlato molto della sua somiglianza con Andrea Pirlo, pi√Ļ estetica che calcistica, rafforzata dalla squadra in cui hanno militato: il Brescia. Tonali, fresco di convocazione in Nazionale, ha preso le distanze da questa somiglianza:

Mi ispiro a Pirlo ma non mi sono mai rivisto in lui se non nel modo di portare i capelli. Da Gattuso, invece, cerco di prendere la cattiveria

Lo stesso Pirlo ha fatto un passo indietro riguardo questo paragone: ‚ÄúTonali √® pi√Ļ forte di me‚ÄĚ.¬†

Un’affermazione forte fatta da un fuoriclasse!

BRESCIA – Tonali, in questa pazza stagione, ha confermato di essere uno dei talenti italiani pi√Ļ interessanti in circolazione nonostante il rendimento della squadra di Cellino. L‚Äôostacolo per migrare altrove era alto; il prezzo stabilito dal Presidente e la squadra cos√¨ deludente ¬†da rischiare una retrocessione non aiutavano il giovane Tonali a prendere il volo: il suo rendimento sul campo, seppur lodevole, √® stato nettamente condizionato dalle caratteristiche della propria squadra. Un punto a sfavore per lui ma non a causa sua.

Sandro Tonali
Immagine Fonte: Profilo Instagram Sandro Tonali

INTER РAntonio Conte però non si è fatto intimidire da questi ostacoli: pare infatti che Sandro Tonali sia nelle sue mani ma è necessario stringere i tempi per sottrarre alle avversarie uno dei migliori centrocampisti in circolazione.

Il Brescia, in caso di retrocessione, invece si trover√† con minor potere nella trattativa. Tonali, in questo caso, avrebbe il suo vantaggio: concludere la¬†stagione in serenit√† senza la problematica di una retrocessione e di un’annata in B. Se la trattativa dovesse andare a buon fine vorrebbe dire che il classe 2000 intascherebbe poco pi√Ļ di 2 milioni di euro netti a stagione fino al 2024 (contratto di quattro anni). L’Inter √® disposta a sborsare una base di 30¬†milioni di quota fissa pi√Ļ una decina di milioni di bonus.

Niente male per un (fuori)classe 2000. Un diamante grezzo pronto a brillare. 

Sara Montanelli