Non ci era stato Krzysztof Piatek.

Quando la sua rete era stata dichiarata in realtà autorete di Toloi, il 22 dicembre, lui aveva espresso chiaramente il suo pensiero sui suoi social: la mia doppietta resta tale.

A distanza di 10 giorni, i tifosi del Grifone – nonché qualche sostenitore polacco – hanno deciso di sottoscrivere una petizione per far sì che la marcatura venga assegnata al loro bomber, proprio come lui voleva. 

“Non sono considerati autogol i tiri nello specchio della porta che vengono deviati da un difensore”

 

Come scritto nella richiesta inoltrata alla Lega, ci sarebbe stata un’erronea interpretazione delle ‘linee guida’ che assegnano la legittimità del gol allorché intervenga un difensore avversario.

Il polacco ha accolto la cosa con molto piacere e non ha tardato a ringraziare tutti su Instagram. Non resta che attendere la decisione finale.

View this post on Instagram

Voglio ringraziare i tanti tifosi del Genoa e quelli della Polonia che hanno preso questa iniziativa per la restituzione del mio gol contro l'Atalanta. Sarà una decisione della Lega Serie A, che dovremo accettare con sportività, sperando che cambi opinione. In ogni caso, grazie a tutti per questo fantastico 2018!❤️💙 Chcę podziękować wielu kibicom Genoi i fanom z Polski, którzy zapoczątkowali wspaniałą inicjatywę i podpisali petycję, by odzyskać gola, którego zdobyłem przeciwko Atalancie. Teraz decyzja należy do Lega Serie A. Będziemy musieli ją zaakceptować, ale wierzę, że komisja ligi zmieni zdanie. W każdym razie, dziękuję wszystkim za ten fantastyczny 2018 rok!❤️💙🔫👏

A post shared by Krzysztof Piątek (@pjona_9) on