Per questo anticipo di Serie A, valido per la decima giornata di campionato, la Roma ha incontrato il Napoli di Benitez al San Paolo. Molte le preoccupazioni che hanno preceduto il match per i temuti scontri tra i tifosi giallorossi e quelli del Napoli, preoccupazioni che non hanno di fatto trovato riscontro né fuori dallo stadio né tantomeno tra gli spalti. Un sospiro di sollievo, dunque, per gli addetti ai lavori. E per i tifosi azzurri, che hanno visto la loro squadra sconfiggere gli avversari per 2-0.

Un primo tempo sensazionale per la squadra di casa, che dopo soli due minuti dal fischio d’inizio segna il gol del vantaggio con una mezza rovesciata volante di Higuaìn prendendo in contropiede De Sanctis, che sfiora la palla di pochissimo. Per i primi 45′ di gioco è il Napoli a dirigere il match senza faticare molto data la lentezza e l’evidente confusione degli avversari. Sprazzi di vita per la Roma con i contropiede di Gervinho, che però cerca troppo spesso l’azione in solitaria e finisce invece per perdere palla, va a caccia di un gol che da troppo non arriva abbassando così le possibilità della squadra di rivalersi sugli avversari.

Benitèz conosce fin troppo bene i capitolini e, data la posizione di vantaggio, porta i suoi a chiudersi in difesa dietro la linea del pallone per bloccare le incursioni della Roma, troppo spenta per poter superare l’ostacolo. Solo gli errori degli stessi giocatori del Napoli, come la traversa di Hamsik a porta vuota, lasciano speranza agli avversari in un probabile quanto difficile recupero.

Speranze che sembrano trovare fondamento nel primo quarto d’ora del secondo tempo con una Roma molto più vivace e scattante, peccato per tutte quelle punizioni sprecate che alimentano una certa preoccupazione per il prossimo incontro in Champions. E sì, perché se Roma-Bayern è stata l’inizio di un periodo non molto felice per la squadra giallorossa, il ritorno potrebbe a questo punto segnarne la “fine”, moralmente e fisicamente parlando.

Con questo anticipo di campionato, il Napoli arriva al terzo posto con 18 punti, ovvero a soli 4 punti da Roma e Juve, almeno fino a stasera. Solo un miracolo dell’Empoli potrebbe tenere la fiammella della speranza ancora viva per i giallorossi, riaprendo così la corsa al primo posto in campionato.

 

Valentina De Santis