Claudio Marchisio e’ un uomo che ha fatto della semplicità uno stile di vita e l’ha messa tutta in ogni attività intrapresa.

Marchisio Claudio
CalcioNow

Claudio, durante la conferenza stampa di ritiro dal calcio giocato, dialoga con il suo ‘bambino interiore’ ripercorrendo la crescita di un calciatore che realizza quel sogno di vestire una maglia a strisce, sognata e tanto aspettata.

E infine fu addio tra Marchisio e la Juventus

Marchisio è un   esempio – oramai raro –  di professionista del football anche  tifoso: pur dovendo lasciare la Juventus a causa di un brutto infortunio, ha voluto rimanere integro e coerente con le sue idee,  rifiutando trasferimenti  in squadre rivali  e spesso acerrime nemiche. Infatti, terminata la sua esperienza in bianconero accetta una proposta all’estero, allo Zenit in Russia. Un’ avventura totalmente nuova anche sotto il punto di vista culturale:  ma durante i suoi soggiorni in Italia, non manca di tornare  sempre dalla sua Juventus.

Non e’ una questione di età  bensi di funzionalità: Claudio ammette che il suo corpo – dopo vari infortuni e conseguenti riabilitazioni –   non e’ più quello di prima e per evitare delusioni,  capisce  che è giunto il momento di voltare pagina.

Marchisio ringrazia tutti, dalla sua famiglia a chiunque gli sia stato vicino nella vita e sul  lavoro,  chiunque abbia contribuito a renderlo com’ è oggi.

Claudio è pronto per una nuova vita,  non ancora definita ma che accoglie con grande curiosità.

Marchisio  è juventino e lo sarà per sempre: nel suo futuro niente è escluso, attualmente l’ex calciatore possiede una catena di ristoranti e una società che si occupa di gestione immagine di professionisti del football.
La storia juventina del Principino  finisce bene, anzi: non finisce proprio e probabilmente non finirà mai,  nessun addio drammatico e nessuna porta sbattuta. Un rapporto di lavoro e di amicizia che dura da sempre.
Il nostro principe sarà sempre qui e noi speriamo nell’organico della Juventus come l’amico- supporto di  Barzagli.

Per noi bianconeri  perdere pezzetti della nostra bandiera è sempre molto triste e le emozioni non vengono risparmiate… Ma sappiamo che Claudio è qui, come lo storico Capitano Alessandro Del Piero. Sono nella “porta accanto”,  sempre con un occhio rivolto ai tifosi che oggi si uniscono  in un abbraccio generale al nostro grande Campione.

 

Cinzia Fresia