In uno stadio Vigorito senza pubblico, il Benevento, con la firma di Marco Sau, batte 1-0 la Juve Stabia e conquista la promozione con sette giornate di anticipo.

Bastava un punto per l’aritmetica promozione ma i ragazzi di Inzaghi confermano di dominare la cadetteria.

Dal 2-0 alla Cremonese, in pratica dalla decima giornata, il Benevento dei record è rimasto sempre in testa alla classifica arrivando a superare i 20 punti di vantaggio sulla seconda in classifica.

Numeri da capogiro per la Strega che ha realizzato 56 gol e ne ha subiti appena 15 configirandosi come la difesa meno battutta d’Europa.

Ventitre vittorie, sette pareggi e una sconfitta scandiscono l’incredibile stagione giallorossa: un totale di 76 punti in classifica, 46 dei quali conquistati nel solo girone di andata.

“Questi ragazzi hanno fatto qualcosa di storico, c’era un record dal ’77 e noi l’abbiamo eguagliato. In casa le abbiamo vinte tutte, non so che dire.”
F. Inzaghi

La squadra di Inzaghi, infatti, stabilisce anche un altro primato, eguagliando l’Ascoli 1977-78.

Una stagione davvero epica per la Strega autrice di un calcio bello, concreto, vincente, in cui la soliditĂ  difensiva e l’estro offensivo si bilanciavano. Inzaghi, per gran parte è l’artefice di questa magia in quanto ha dato vita a un gruppo compatto e organizzato.

Per Pippo è la seconda promozione della sua carriera da allenatore (dopo quella dalla C alla B con il Venezia) in una città Sannita che lo ha accolto e in cui rimarrà anche nella prossima stagione.

Per affrontare a testa alta anche la Serie A, servirĂ  l’aiuto di Vigorito per lavorare a una rosa giĂ  ricca di talento e personalitĂ  ma che dovrĂ  misurarsi con un campionato diverso e in cui la lotta salvezza è sempre serrata.

BentornAta Strega!!!