La numerologia indica nel numero¬† 4¬† concretezza, seriet√† che si esprime in una personalit√† “quadrata” capace di lavorare sodo per raggiungere gli¬† obiettivi prefissati; l’archetipo di questo numero √® il costruttore: colui che mettendo stabilit√†, sicurezza e radici nel proprio lavoro, si pone a disposizione degli altri dando il buon esempio.

41cfPcc3YcL._SX425_

Ecco che un giocatore come Matthiis De Ligt sceglie proprio il  4, un numero a lui caro, che indossa fin da bambino, felice di averlo trovato libero da Martin Caceres non riconfermato in rosa.

Il giovane olandese √®¬† l’essenza del numero scelto

Difensore centrale ma dotato di precisa impostazione di gioco.
Non avrà problemi, a realizzare assist destinati ad esser finalizzati in gol.
Rientra nelle peculiarità del giocatore il mettersi a disposizione della squadra tutta.

images (1)
immagine: L’ARENA del CALCIO

La Juventus ha avuto numerosi numeri 4 diventati una leggenda, come il mitico Capitan Furino, attivo dal 1973 al 1977.

Mediano dalla modesta statura che in campo si trasformava in una vera e propria “furia”. Rapido e a totale disposizione della squadra: un autentico combattente, caparbio che marcava a uomo ogni genere di avversario.
Viene ricordato tutt’oggi per la sua caratteristica di lottatore fino alla fine.
Il giornalista¬† Vladimiro Caminiti, lo battezz√≤ “Furia-Furin-Furetto” e¬† mai nomignolo fu cosi azzeccato.

Giuseppe_Furino,_Juventus,_1972
immagine: Wikipedia

La maglia numero 4 è stata indossata anche da un calciatore  sempre leggendario come Paolo Montero. Un difensore a tutto tondo, aggressivo, dotato di talento, intelligenza e personalità che applicava nella direzione  del reparto difensivo.

Arruolato come “stopper” o “libero”, ha ricoperto seppur contro voglia, il ruolo di terzino sinistro. L’esuberanza e l’istinto latino, hanno fatto si’ che Montero non si sottraesse¬† a modalit√† forti, eccedendo spesso nel regolamento, per questo ha ricevuto in tutta la sua carriera, 16 cartellini rossi,¬† ottenendo¬† perci√≤ un primato in cui¬† √® stato pesantemente criticato. Critiche peraltro respinte dall’ex giocatore il quale si √® difeso spiegando che nei suoi interventi¬† non c’√® mai stata cattiveria, ma solo espressione della sua latinit√†.

CALCIO: SERIE A , INTER ‚Äď JUVENTUS
immagine: DANIEL DAL ZENNARO/ANSA /

Si sono distinti con questo numero di maglia anche Massimo Carrera, Patrick Vieira, Almiron, Aroon Merllberg, Felipe Melo, e Mehdi Benatia, ma non dimentichiamo anche Antonio Conte, che poi la cambierà nella numero 8, Claudio Gentile, Marco Tardelli, e Fabio Capello.

Tornando a De Ligt, gi√† battezzato l’olandese volante, √® consapevole che la numero 4 significhi sudore e lotta, quindi Juventus.

Il giovane sembra aver studiato a sufficienza la storia bianconera e¬† il suo arrivo √® stato condiviso per buona parte degli ex Juventini che hanno giudicato l’arrivo del neo difensore¬† un colpo straordinario.

La crescita del giovane Matthiis sar√† affiancata da colleghi di tutto rispetto, come Gigi Buffon, Giorgio Chiellini e naturalmente Cristiano Ronaldo e noi non possiamo essere felici che questa “forza della natura” sia attivo nel nostro Campionato.

 

Cinzia Fresia