Milan e Napoli ci hanno regalato sfide epiche. Sono passati molti anni dagli scontri tra la Magica e gli olandesi delle meraviglie eppure, oggi come allora, il valore della gara ha un notevole peso. Obiettivi diversi, strade costruite in modo diverso ma la classifica di oggi invita entrambe a giocare per i 3 punti.

2022Mancano poche ore al big match e  Nathalie Goitom ci accompagna alla grande sfida… La giornalista del gruppo Mediaposon vive di calcio attraverso la conduzione di numerose trasmissioni sportive e analizza per noi la gara che dovrà affrontare il suo Milan.

C’è stata un momento di questo campionato in cui il Milan sembrava potesse addirittura insidiare la capolista mentre gli Azzurri dovevano porre rimedio all’infortunio del proprio bomber; oggi la classifica vede il Napoli determinato ad acciuffare quanto meno il secondo posto e i Rossoneri a difendere, da un nutrito gruppo di antagoniste, la zona Europa: dove credi possa arrivare la tua squadra?

Ad oggi la mia squadra è sicuramente la vera rivelazione del campionato insieme all’Atalanta. Non dimentichiamoci che il Milan non ha fatto acquisti di rilievo nell’ultima sessione di mercato e che l’organico è composto da giovani che ancora devono dimostrare di meritare la maglia e la seria A. Direi perciò che sono soddisfatta del rendimento e anche del gioco. Grande merito di Montella e credo anche dell’equipe di preparatori atletici. E’ innegabile che fisicamente la squadra abbia una tenuta al di sopra delle altre, infatti i risultati migliori arrivano sempre nel secondo tempo. Concludendo credo possa arrivare in zona Europa League.

14856035_10154161878432874_2671953854368364825_oDove credi, invece, possa arrivare il Napoli?

Il Napoli esprime il calcio più bello del nostro campionato e credo sinceramente che sia l’unica squadra sulla quale si potrebbe puntare per andare a dare fastidio alla Juventus. Dire oggi che lotterà con la capolista per lo scudetto sarebbe un bell’azzardo. Come gli altri anni, solo la Juve può mettere seriamente in discussione l’assegnazione dello scudetto anche se…nulla è impossibile.

Quali sono a tuo avviso i pregi e quali i limiti degli Azzurri?

I pregi risiedono nel gioco con una fase d’attacco superba; i limiti nella fase difensiva visti i gol che subisce soprattutto quando sulla carta le partite sembrano semplici.

Soprattutto in passato, quella tra Milan è Napoli, è sempre stata considerata una partita su cui puntare i riflettori: che valore ha, oggi, per te, questo scontro?

Certo chi se li dimentica quei Milan-Napoli con il Ma.Gi.Ca. da una parte e il Trio Olandese dall’altra …Oggi è una partita, mi sia consentito il termine, “più umana”. Allora era una sfida tra extraterrestri. Purtroppo non ha lo stesso sapore soprattutto per la mancanza di stelle, ma il Campionato Italiano è ormai abituato.

Entrambe le formazioni presentano, per diverse ragioni, assenze importanti: quale, secondo te, è quella più pesante?

Avendo meno alternative di pari livello, la somma delle assenze per il Milan (Romagnoli e Locatelli), potrebbe incidere di più rispetto a quelle del Napoli.

Come le figurine: scambia un giocatore della tua squadra con quello della squadra rivale…

Scambierei Insigne con Niang.

Un elogio e un’accusa per Montella …

Grande serenità, tenacia e capacità di motivare la squadra fino alla fine. Difetti: poca reattività nei cambi, spesso troppo ragionati e per questo quasi mai decisivi.

Nathalie_Goitom_06Un’eventuale sconfitta chi penalizzerebbe maggiormente?

Chiaramente entrambe le squadre sarebbero penalizzate ma il Napoli è carico di più aspettative soprattutto perché la piazza, visti i trascorsi, si aspetta finalmente un risultato all’altezza della rosa costruita negli anni.

All’andata terminò 4-2 : come finirà la gara di ritorno?

Credo in un pareggio con molti goal, un over, un bel 2 a 2.

Caterina Autiero

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here