Dybala è un piccolo grande campione che ha tutte le carte in regola per diventare grande (sotto tutti gli aspetti). Classe ’93 ma giĂ  sulla bocca di tutti (e non in negativo): tanti elogi sono stati spesi per la sua classe, tante aspettative sono state riposte sul suo talento. Non c’è un addetto ai lavori che non ne parli bene. E, per addetti ai lavori, non intendiamo solo Zamparini che nel 2012 lo ha portato in Italia dopo essere stato ammaliato da quel giovanissimo argentino che giocava nell’ Instituto de Cordoba e nemmeno Marotta che lo ha prelevato dalla societĂ  rosanero per portarlo alla Juve e costruire su di lui il futuro del club.

Argentinian forward Paulo Dybala awarded from Palermo's President Maurizio Zamparini prior of his last match at Renzo Barbera stadium in Palermo, 24 May 2015. Dybala will play with Juventus Fc next season. ANSA/LANNINO

E’ un talento” è l’affermazione piĂą ricorrente: così lo ha definito Javier Zanetti, Alen Boksic, Ravanelli, tanti ex calciatori, tanti allenatori  e tanti suoi ex compagni.  “Il Futuro è suo” disse Messi. Proprio lui, uno dei piĂą grandi fenomeni di tutti i tempi è convinto che Dybala sarĂ  un campione. Non può che esserne felice il Tata Martino convinto che “Dybala ha un potenziale enorme“. Un talento in piĂą da poter convocare in nazionale argentina; un talento futuro per subentrare alla Pulce nell’Albiceleste che sarĂ .

Argentinian forward of Juventus Paulo Dybala celebrates after scoring the 1-0 goal lead during Italian Serie A soccer match between Juventus and Atalanta at the Juventus stadium in Turin, 25 October 2015. ANSA / DI MARCO

La Juve lo ha fatto suo sborsando 32 milioni di euro, piĂą 8 di bonus. Da qualcuno è stata considerata una cifra spropositata per un “picciriddu” di 22 anni ma, a quanto pare, potrebbe rivelarsi un vero affare.  Ne è convinto Zamparini che ha affermato: “Lo sapete quando vale oggi Dybala? Ve lo dico io: 100 milioni.”, ne è certo anche Moggi che, anzi, a Sportitalia, ha addirittura azzardato un paragone. “Dybala è un Del Piero in miniatura e siccome è giovane potrebbe diventare quello che è diventato Del Piero“.  Come se non bastavano il peso della maglia e dell’investimento economico sulle spalle del ragazzo ma detto da uno che ha il fiuto per i campioni e per gli affari fa ben sperare.

La Juventus si è trovata un piccolo campione che potrĂ  diventare un grande campione“, parola di Luciano Moggi.

Caterina Autiero

Golditacco2