Una donna che gioca a calcio non fa piĂą notizia perchè, negli ultimi anni l’idea che questa disciplina sia esclusiva del sesso forte, per fortuna, sta sempre piĂą scomparendo e l’esistenza di calciatrici è ormai una realtĂ  che si sta consolidando.

Una donna che, però, gioca a calcio insieme agli uomini fa notizia. E così, dal Giappone, rimbalza agli onori della cronaca la storia di Yuki Nagasato.

La stella dal Giappone sarĂ  la prima donna a giocare con colleghi del sesso opposto, ovvero in una squadra maschile.

Nella prossima stagione, infatti, la 33enne, dopo essere stata campionessa del mondo nel 2011 e argento olimpico a Londra 2012, raggiunge un traguardo storico giocando in prestito nella squadra maschile dell’Hayabusa Eleven, club di seconda divisione.

Ma, quello di Nagasato non è il primo caso mondiale.

Solo qulche mese fa, infatti, in Olanda, in cui il calcio misto è molto diffuso ed è stato introdotto nel 1986 (mentre il calcio femminile è stato riconosciuto nel 1971), la federazione ha dato il via libera al VV Foarut, club di quarta divisione, per l’integrazione di  Ellen Fokkema all’interno della sua formazione maschile.

Una decisione storica e un progetto pilota della Federazione olandese che, prima di questo passo consentiva alle ragazze di giocare insieme ai ragazzi solo fino ai 19 anni, per poi scendere di livello nella categoria B oppure giocare in una formazione solo femminile.