Non si ferma la catena di solidarietà degli sportivi per dare il loro contributo a chi soffre e questa volta parliamo di golf con una importante iniziativa di due grandi ex calciatori

Non si ferma la catena di solidarietà degli sportivi per dare il loro contributo a chi soffre e questa volta parliamo di golf. Forse non tutti sanno che i due ex calciatori Vialli e Mauro hanno creato una fondazione chiamata “Vialli e Mauro Golf Club” che da molti anni si occupa di raccogliere fondi attraverso eventi di beneficienza organizzati per raccogliere fondi da donare alla ricerca sulla Sla, la sclerosi laterale amiotrofica, una malattia terribile che a oggi non ha ancora una cura.

Professionisti dell’European Tour, imprenditori e amici del mondo dello sport e dello spettacolo si troveranno domani 28 maggio sul campo del Golf Club di Villa Carolina a Capriata d’Orba, tra le colline del Monferrato, per prendere parte a questa importante iniziativa.

Tra gli sportivi invitati troviamo nomi illustri del calcio come Pep Guardiola, Michel Platini, Pavel Nedved, Andrea Pirlo e ovviamente Vialli e Mauro ma anche star del golf come Rafa Cabrera Bello, Jamie Donaldson, Stephen Gallacher e George Cotzee. Le squadre saranno divise in due “super team” capitanati da Gianluca Vialli e Massimo Mauro, con l’obiettivo di aggiudicarsi il Best Team Challenge con la formula di gara shot gun a 18 buche.                       Immagine di Alessandiranwes

Sono previsti anche due premi speciali, il “Buca 14” in onore del numero 14 Johan Cruyff, e il “Giovane promessa” in ricordo di Teodoro Soldati, uno dei migliori golfisti italiani scomparso prematuramente all’età di 15 anni, che verrà consegnato da Marina e Domenico Soldati ad Andrea Romano, vincitore a marzo del French International Boys Championship.

I soldi raccolti saranno devoluti alla Fondazione Italiana di Ricerca per la Sla (AriSla) e al finanziamento decennale di un posto da ricercatore presso l’università di Torino. A oggi la Fondazione Vialli e Mauro ha investito oltre 3,5 milioni di euro nella ricerca, un risultato che molto importante per i due patron della fondazione:

Un risultato di cui siamo orgogliosi e che non sarebbe stato possibile raggiungere senza la fiducia e la generosità di tutti gli amici e aziende che ci sostengono da anni e condividono la nostra missione. Un grazie particolare al nostro partner Erg, che ci accompagna fin dalla prima edizione della Golf Cup. Finanziare la ricerca è il nostro sport preferito”.

Barbara Roviello Ghiringhelli

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here