Il calcio italiano in lutto in questa prima domenica d’aprile: si è spento all’etĂ  di 84 Cesare Maldini, bandiera del Milan e della Nazionale.  Vice storico di Enzo Bearzot,  tecnico dell’Under 21 tre volte Campione d’Europa, Ct della Nazionale dal 1996 al 1998 e primo italiano a sollevare la Coppa dei Campioni (come veniva chiamata allora la Champions League).

Già, il Milan, la sua casa, la sua storia; una storia di famiglia visto che il figlio Paolo ne ha seguito le orme diventandone capitano proprio come papà Cesare. Con i rossoneri Cesare Maldini ha giocato dal 1954 al 1966 disputando 347 partite, vincendo 4 scudetti, una Coppa Latina e alzando la Coppa Campioni nel 1963 da Capitano.

Un uomo, un professionista di “vecchio stampo” (come si usa dire), educato, signorile, rispettoso di tutto e tutti ma che dalla panchina pretendeva in massimo dai suoi uomini in campo.

Le sue colorite “ramanzine” suscitavano gioia al punto da spingere Teo Teocoli a farne un’imitazione davvero riuscita: il suo urlo “vai, vai, Paolino”, è ancora oggi un tormentone per le generazioni di quel periodo.

E oggi, per Teocoli (che affida le sua parole alla pagine de Il Messaggero) “è una domenica triste per il calcio. Non vorrei parlare della mia imitazione, mi piace ricordare la nostra amicizia nonostante la differenza d’etĂ ”.

Parole di affetto che provengono da tutti i protagonisti del calcio di ieri e di oggi come Mauro Tassotti: “Voglio ricordarlo per la sua umanitĂ . In panchina era davvero vivo, è  stato un vero piacere fargli da assistente in quegli anni”.

Altri protagonisti hanno affidato il loro ricordo a un tweet: toccante quello del capitano azzurro Gianluigi Buffon che lo definisce “un papĂ  esemplare”.Tweet Buffon

Franco Baresi (altra colonna storica del Milan): “Una persona per bene”;

Test Baresi

Demetrio Albertini: “Un padre del calcio italiano”.

Tweet Albertini

e poi Massimo OddoTweet Oddo

Alessandro Del Piero e tanti altri.Tweet Del Piero

Anche noi della redazione di Gol di Tacco inviamo le nostre piĂą sentite condoglianze alla famiglia Maldini.

 

Francesca Di Giuseppe